Come scegliere l’infill perfetto per la stampa 3d -

Come scegliere l’infill perfetto

Come scegliere l’infill perfetto

Quanto vuoi che la tua stampa sia veloce e resistente?

Questa è la prima domanda che devi farti per scegliere l'infill migliore per la stampa 3d.

L’infill è il materiale che si trova all’interno del tuo oggetto stampato in 3d e ha una funzione strutturale sia durante la stampa stessa, perché fa da sostegno alle pareti superiori, sia nell'oggetto finito. Questo riempimento ha quindi un ruolo fondamentale nel determinare la resistenza finale del pezzo, e il suo peso, ma anche la sua finitura estetica.

Quali parametri settare per regolare l'infill?

Il parametro principale dell'infill è la densità di riempimento.

A percentuali di riempimento maggiori corrispondono quasi sempre oggetti più resistenti e pesanti, ma anche tempi di stampa più lunghi e maggiore consumo di filamento.
Al contrario, se la percentuale di riempimento diminuisce, l’oggetto sarà più leggero e veloce da stampare, ma allo stesso tempo più fragile.
Per stampe estetiche come vasi o contenitori, è possibile ridurre questa percentuale anche allo 0%, con la conseguenza di avere un oggetto vuoto e composto dalle sole pareti esterne.

Il secondo parametro da impostare è l'infill pattern

Il pattern dell'infill è in sostanza il disegno del riempimento interno, e influisce molto sulla velocità di stampa e sulle caratteristiche strutturali dell'oggetto.

Con i software di slicing puoi scegliere tra diverse opzioni: griglia, nido d'ape, linee ecc. che si sviluppano in due dimensioni sull'asse xy, ma ci sono anche dei software più evoluti come Cura, che offrono dei pattern 3d come gyroid o cubic e che permettono di avere un'ottima resistenza.

Se vuoi una stampa veloce, che consumi poco filamento, scegli il pattern lines: un giusto compromesso tra resistenza e velocità di stampa.
Se la tua priorità è la massima velocità di stampa ma necessiti di un supporto adeguato alle pareti superiori del tuo oggetto, lo slicer Cura ha sviluppato per te un pattern specifico: Lightning.
Con questo infill selettivo infatti, il materiale viene depositato solo quando serve avere un sostegno per le pareti superiori, mentre il resto dell'oggetto sarà cavo.

Quindi come scegliere l’infill perfetto?

L'infill perfetto per la stampa 3d dipende molto dalle caratteristiche richieste dall’oggetto finale.

FILOALFA® consiglia:

  • Stampe generiche: 10-30% - Lines, grid o gyroid
  • Prototipi e parti funzionali: 30-80% - cubic, octet, gyroid
  • Stampe estetiche: 0-20% - Lighting, Lines
  • Oggetti flessibili: 0-50% - Lines, gyroid

Riempimenti elevati dal 80% al 100% possono dare risultati inaspettati, quindi sono consigliati solo per utilizzi specifici.

CONDIVIDI QUESTA STORIA

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTERS

Menu

Condividere

QR code

Menu

Crea un account gratuito per salvare gli oggetti amati.

Sign in

Crea un account gratuito per utilizzare le liste dei desideri.

Sign in