5 step per iniziare a stampare in 3D -

Cosa serve per iniziare a stampare in 3D?

5 step per iniziare a stampare in 3D

Scegliere la migliore stampante 3D

Esistono tre tipologie di stampanti 3d: a resina, a polvere o a filamento.

Ognuna di queste ha caratteristiche diverse ma la tecnologia più comune e versatile, che permette di sperimentare utilizzando diversi materiali è la stampante a filamento, FDM o FFF.

In commercio esistono diversi modelli di stampante FDM, le più economiche hanno un costo che parte dai 150 € e sono sicuramente adatte a chi vuole iniziare a stampare con la stampante 3d per l’hobbistica e diventare un maker. Ma le stampanti FDM possono raggiungere anche cifre a quattro zeri su macchine professionali adatte al mondo dell’industria.

Le migliori stampanti 3D che permettono utilizzi versatili hanno un volume di stampa di dimensioni 20x20x20 cm, il piatto riscaldato e un estrusore che raggiunge almeno i 250° C di temperatura.

Con queste caratteristiche potrai sperimentare un’ampia gamma di materiali che ti permetterà di creare stampe affidabili, sia che tu sia un hobbista che un professionista.

Il modello 3d

Una volta acquistata la tua stampante 3d starai morendo dalla voglia di iniziare ad usarla, il prossimo passo che devi compiere è avere un modello 3D da stampare.

Le soluzioni che ti si presentano adesso sono due: scaricare un modello 3d o modellare un oggetto tridimensionale con un software CAD.

Se non sei esperto di modellazione tridimensionale, sappi che esistono delle piattaforme e repository online in cui i progettisti di tutto il mondo condividono i loro file pronti per la stampa. Le più popolari sono:

- Thingiverse
- Cults3d
- Myminifactory
- Thangs
- CgTrader

Se invece hai un po’ di esperienza nel mondo della progettazione e vuoi provare a modellare il tuo oggetto partendo da zero, puoi utilizzare dei software specifici (CAD) che ti aiuteranno nella creazione del file tridimensionale.

Esistono moltissimi programmi CAD, alcuni dei più comuni sono:

Autodesk Fusion 360 (gratuito per studenti e hobbisti)
Dassault Systèmes Solidworks (a pagamento)
Blender (gratuito e open source)
Pixologic Zbrush (a pagamento)

Questi programmi sono molto completi e ricchi di funzioni, ma non sono molto semplici da utilizzare.

Per questo motivo Autodesk ha creato Tinkercad. Un programma gratuito e online per permettere anche a chi è senza esperienza di modellare in 3d con precisione.

Ti consigliamo di iniziare con le decine di tutorial che si trovano online per prendere la mano con questo software 3D.

Scegliere il filamento per la stampa 3d

Una volta che la tua stampante e il modello 3d sono pronti, non ti resta che scegliere il materiale perfetto per la tua stampa 3d.

La nostra gamma di filamenti spazia da materiali tecnici adatti per stampe professionali, a filamenti più estetici e facili da stampare, adatti per i makers e gli hobbisti.

Trovi tutti i filamenti per stampa 3d FILOALFA® a questo link:
Scopri i filamenti

Una volta trovato il materiale che fa al caso tuo, osserva le sue specifiche tecniche e i parametri di stampa indicati nella pagina di ogni materiale. Questo ti aiuterà anche per settare al meglio la tua stampante.

Creare un Gcode per la stampa

Una volta scelto il modello 3d da stampare e il materiale che vorrai utilizzare, il prossimo passo da compiere è convertire il tuo file in un Gcode, ovvero in istruzioni comprensibili dalla stampante 3d.

Per fare questo è sufficiente avere un software per lo slicing, ovvero un programma che “affetta” orizzontalmente il modello 3d in tanti layer e genera una lista di istruzioni e comandi per la stampante.

Con lo slicer dovrai definire molte informazioni importanti: alcune relative al filamento scelto come la temperatura di stampa dell’ugello e del piatto, alcune relative al tuo modello 3d come il riempimento e la creazione di eventuali supporti per aree a sbalzo e sottosquadri.

Gli slicer più comuni sono:

Ultimaker Cura (gratuito)
Ideamaker (gratuito)
Simplify3d (a pagamento)
Prusaslicer (gratuito)

Alcune stampanti hanno il loro slicer proprietario oppure offrono profili preimpostati per gli slicer più comuni presenti sul mercato, così da aiutarti nella configurazione dei parametri di stampa.

Tutti gli slicer generano un Gcode che ti basterà comunicare alla stampante per dare il via alla tua prima stampa. Per farlo potrai collegare un PC con un cavo Usb alla tua stampante, utilizzare una scheda SD, oppure inviare il Gcode alla stampante via wifi.

Inizia a stampare

Se sei arrivato fin qui vuol dire che sei prontissimo per la tua prima stampa.

Se il tuo primo tentativo dovesse fallire, non ti preoccupare, ci siamo passati tutti. Puoi sempre aggiustare i parametri e ristampare, noi rimarremo al tuo fianco per supportarti in tutte le tue creazioni.

Se hai dei dubbi sulla temperatura di estrusione, ti suggeriamo questa guida per capire come trovare la temperatura corretta per un filamento.

Se avrai bisogno di altri suggerimenti, segui i tips and tricks di FILOALFA® per ricevere consigli e aggiornamenti sul mondo della stampa 3D.

Non ci resta che augurarti buon divertimento!

CONDIVIDI QUESTA STORIA

RIMANI AGGIORNATO CON LA NOSTRA NEWSLETTERS

Menu

QR code

Menu

Crea un account gratuito per salvare gli oggetti amati.

Sign in

Crea un account gratuito per utilizzare le liste dei desideri.

Sign in